Addominoplastica | Dott.ssa Maria Costarella - Medicina Estetica | Milano
1300
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1300,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

Addominoplastica

L’addominoplastica (o lifting addominale) è un intervento di chirurgia estetica finalizzato a rimodellare e rassodare la zona addominale, ridefinendo così il punto vita. L’addome cascante con cute e tessuto adiposo sottostante in eccesso è un problema che spesso crea disagio psicologico, sia agli uomini che alle donne. La causa è in genere uno stile di vita sedentario e ricco di eccessi alimentari, ma anche un dimagrimento importante e rapido può mettere nelle condizioni di pensare ad una addominoplastica, così come, per le donne, i postumi di una gravidanza. In questi casi iniziare a fare attività fisica non basta e sempre più persone decidono di fare ricorso alla chirurgia per ripristinare uno status quo dal quale ripartire. Il medico deve chiarire al paziente che tale intervento non ha lo scopo di ridurre il peso né  di accrescere il tono muscolare, ma solo di restituire una forma piacevole e armonica al corpo. Non a caso, se fosse in corso o prevista a breve una dieta dimagrante, è buona norma rinviare l’intervento.  L’addominoplastica avviene in anestesia generale, può durare dalle 2 alle 4 ore e si esegue con due punti di accesso: uno nella zona sovrapubica, l’altro nell’area ombelicale. Le due incisioni consentono la correzione anche della parete muscolare, asportando adipe e cute in eccesso, oltre che eventuali smagliature. Dopo l’operazione viene applicata una particolare medicazione di tipo compressivo, per facilitare il contenimento e l’adattamento dei tessuti. Il paziente dovrà poi indossare una guaina simile anche nel periodo post-intervento (per circa un mese), così da proteggere la parete addominale e ridurre il gonfiore. Le cicatrici cutanee sono generalmente poco visibili e dipendono in quanto a grandezza dall’ampiezza della zona in cui si è intervenuti e in quanto a qualità sia dalle modalità di sutura (i punti sono rimossi dopo una settimana/dieci giorni) che dalla reazione cutanea diversa che ognuno manifesta. Il lavoro può essere ripreso circa due settimane dopo l’intervento, lo sport dopo un mese. Il risultato a cui conduce l’addominoplastica è definitivo, ma deve essere un punto di partenza per riprendere o iniziare ad avere uno stile di vita che contrasti il fisiologico invecchiamento/cedimento dell’addome.