Labioplastica | Dott.ssa Maria Costarella - Medicina Estetica | Milano
1308
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1308,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

Labioplastica

Nell’ambito di chirurgia intima femminile, l’intervento di Labioplastica ha lo scopo di ridurre le piccole labbra della vagina, modellandole, rendendo simmetriche e riportandole il più possibile alla forma, alla dimensione e alla linea ideale. Il risultato é un miglioramento estetico, ma anche funzionale perché il disagio che questo difetto può provocare ha solitamente ricadute negative sulla sfera sessuale (dispareunia) e in donne che praticano particolari sport (ciclismo, equitazione, danza). Una volta chiarito alla paziente come avverrà l’intervento e verificata la sua maggiore età, il chirurgo estetico passa a mostrarle, servendosi di un pennarello dalla punta sottilissima, quella che sarà la linea di incisione, così da concordare, ragionevolmente, la quantità di tessuto da rimuovere. L’intervento può essere eseguito in sala operatoria oppure ambulatorialmente e prevede l’utilizzo di uno spray, o pomata, anestetizzante applicato sulla zona da trattare, così che l’effetto del successivo liquido anestetico abbia un azione pressoché contemporanea e l’intervento risulti sostanzialmente indolore. Con un ago sottilissimo si effettua una anestesia locale, mediante l’iniezione di alcuni cc. di anestetico (lidocaina), il cui effetto dura un paio di ore. E’ possibile prevedere anche una una blanda sedazione, se la paziente desidera essere più tranquilla. A questo punto si esegue l’escissione di tessuto con il laser, nei modi e nelle quantità concordati, e si applicano punti di sutura che verranno rimossi dopo una settimana. Nel complesso la durata media di un intervento è di circa  un’ora e prevede una copertura antibiotica da proseguire a domicilio per alcuni giorni. La pratica di qualsiasi attività sportiva potrà essere ripresa a pieno regime dopo un mese. A livello di sensibilità, colore e spessore del tessuto, tutto tornerà come prima, sempre dopo circa un mese. La sottilissima linea cicatriziale risulterà pressoché invisibile, anche grazie alla natura della cute su cui si è intervenuto. Corretto il difetto estetico, la vita sessuale potrà tornare a essere vissuta senza complessi e blocchi psicologici.